dark_logo_transparent_background.png

La Locanda di Saturno - Sutri (VT)

Nel cuore di Sutri, la Locanda di Saturno è l'indirizzo giusto per gustare un'ottima cucina laziale connotata da qualche spunto creativo. Saporita, speziata ed elaborata principalmente con prodotti del territorio.

"Tagliolini di Saturno"

La Locanda di Saturno si trova a Sutri, in provincia di Viterbo, a circa 40 km da Roma, in Via Eugenio Arneni n. 37. Se non conoscete questo bel paese (Bandiera Arancione del Touring Club Italiano), che sorge su un imponente rilievo di tufo e di cui attualmente è sindaco Vittorio Sgarbi, avrete anche l'occasione di organizzare una bella gita fuori porta.


Le origini di Sutri sono antichissime, e la sua storia è testimoniata da numerosi ritrovamenti archeologici appartenenti a diverse epoche, tra i quali, un anfiteatro romano completamente scavato nel tufo; una necropoli etrusca formata da decine di tombe scavate anch'esse nel tufo; un mitreo, poi tramutato in chiesa (intitolata alla Madonna del Parto); mura etrusche incorporate da quelle medioevali e il Duomo di origine romanica.


La Pro Loco di Sutri poi organizza spesso feste ed eventi caratteristici - generalmente segnalati sulla loro pagina Facebook "Pro Loco Sutri Viterbo" - per cui vi consigliamo di prenotare alla Locanda di Saturno proprio in occasione di uno di questi avvenimenti, per trascorrere anche una giornata diversa dal solito.


Su Tripadvisor La Locanda di Saturno ha ottenuto il punteggio di 4,5 su 5 con 329 recensioni, così classificandosi al n. 4 di 20 ristoranti in Sutri (al momento in cui scriviamo, 08.01.2019). Gli utenti hanno apprezzato la cucina tradizionale sapientemente rivisitata in chiave moderna; i sapori sfiziosi; l'affascinante location; il buon rapporto qualità-prezzo.

Le poche critiche sono invece principalmente rivolte al menù che varia poco nel tempo e al servizio ritenuto lento. Non manca poi chi sostiene che i prezzi siano poco contenuti ed, infine, chi lamenta che il proprietario sia talvolta poco cordiale.


Ma veniamo alla nostra esperienza. Noi abbiamo pranzato e cenato diverse volte alla Locanda di Saturno, ed ogni volta ci ha regalato una piacevole esperienza gastronomica.

Ai fini di questa recensione, siamo stati in questo ristorante in occasione delle feste natalizie e abbiamo riservato un tavolo - con una decina di giorni di anticipo (consigliabile, se volete trovare posto) - per quattro adulti e una bambina, chiamando il n. 0761.608392.

A Sutri il posto per l'auto si trova facilmente. In centro - quindi vicino al locale - troverete un parcheggio abbastanza grande in Piazza San Francesco, ma dovete tener conto che in presenza di feste o eventi particolari il centro di Sutri è generalmente chiuso al traffico.

Se così fosse, vi consigliamo di lasciare la macchina al parcheggio ai piedi del paese, nei pressi della necropoli etrusca (da cui si raggiunge comunque in pochi minuti il ristorante).


La Locanda di Saturno si trova in un angolino nascosto nel cuore di Sutri.

Il locale ci piace molto: l'ambiente è caldo, rustico e accogliente, mentre la sua atmosfera è intima, rilassante e suggestiva. La sala interna è in pietra (tufo prevalentemente, come il resto del paese), scaldata da luci soffuse, da un affascinante camino e da molti particolari in legno. In primavera o estate vi consigliamo di pranzare o cenare all'esterno, dove il locale ha a disposizione uno spazio grazioso e curato.

Potete considerare questo ristorante adatto per ogni occasione.

Una volta accomodati, dopo aver dato uno sguardo al menù che ormai conosciamo, abbiamo ordinato alcuni dei nostri piatti preferiti (rispetto alle proposte del ristorante) e alcune novità.

E dunque per antipasti: Tortino di Patate con Broccolo (9 euro) e Passatina di Pecorino; Polpette Fritte di Fagioli con Salsa di Broccolo Piccante (8 euro) e Millefoglie di Carasau con Stracciatella e Porchetta Croccante (10 euro).

Come piatti principali: Tagliolini di Saturno fatti con salsiccia, funghi champignon e tartufo (10 euro); Cacio e Pepe con Porro Fritto (9 euro); Agnolotti alla Porchetta con Burro, Menta e Nocciole (10 euro); Stinco di Maiale con Pere e Birra (13 euro) con contorno (scelto da noi a parte) di Cicoria e Amaretto (4 euro) ed, infine, un semplice piatto di pasta al pomodoro (6 euro).

Come dolci: un Cestino di Pasta Sfoglia con Crema Pasticcera, Nutella e Nocciole; una porzione di Ricotta con Purea di Caki, Granella di Pistacchi Tostati e Mandorle Caramellate (10 euro per entrambi) e due caffè (2 euro).

Da bere: acqua liscia (1 euro) e mezzo litro del vino della casa, Morellino di Scansano (5 euro).


La cucina della Locanda di Saturno è tipicamente laziale e offre non solo piatti tradizionali, ma anche proposte particolari, con abbinamenti anche azzardati, per palati più ricercati.

Per darvi un'idea del menù completo, oltre ai piatti che abbiamo scelto troverete (almeno ad oggi), come antipasti: Cipolla al Forno con Feta (8 euro); Pomodoro e Olive di Gaeta (8 euro); Salsine e Pane Caldo (8 euro) e Tavolozza di salumi (9 euro).

Come primi piatti: Fettuccine Anatra ed Arancia (10 euro); Riso, Zucca e Liquirizia (10 euro); Tagliatella integrale al Profumo di Bosco (10 euro); Amatriciana (9 euro) e Zuppa di Verdure (9 euro).

Come secondi: Tagliata Aglio e Rosmarino (18 euro); Tagliata Cipolla Rossa e Scapicollata di Nepi (18 euro); Bistecca di Manzo (4 euro l'etto); Polpa di Cinghiale con Prugne e Cannella (12 euro); Orata in crosta di Corn Flakes (13 euro); Baccalà con Cipolla, Prugne, Mele, Pinoli e Uva Sultanina (12 euro); Formaggi e Miele (9 euro) ed, infine, Uova al Tartufo Nero (8 euro).


Tornando al nostro personale menù, dopo pochi minuti di attesa ci hanno servito gli antipasti.

Il Tortino di Patate con Broccolo e Passatina di Pecorino e le Polpette Fritte di Fagioli con Salsa di Broccolo Piccante rappresentano una continua conferma. Un trionfo di sapori decisi, speziati e sfiziosi.

Il Millefoglie di Carasau con Stracciatella e Porchetta Croccante poi è stato un'appetitosa novità, all'altezza delle altre due portate.

Di sicuro la prossima volta ordineremo nuovamente questo tris di antipasti che, per noi, è stato vincente.

Anche ai primi piatti non possiamo che riservare complimenti. Del resto va detto che i sapori che propone la cucina di questo ristorante rientrano molto nelle nostre corde e rispecchiano il nostro gusto personale. E se anche voi amate i sapori decisi e i piatti ben conditi, allora i Tagliolini di Saturno (fatti con salsiccia, funghi champignon e tartufo) e la Cacio e Pepe col Porro Fritto fanno per voi. Noi li promuoviamo a pieni voti.


Anche gli Agnolotti alla Porchetta con Burro, Menta e Nocciole ci sono piaciuti, ma la combinazione dei suoi ingredienti obiettivamente non è per tutti i palati.

Tanto per intenderci, se la presenza della menta vi "spaventa" e non siete avvezzi a sperimentare nuovi sapori, vi consigliamo di scegliere qualcosa di più tradizionale.

E in ogni caso, sappiate che si tratta di un piatto decisamente più delicato rispetto agli altri due primi.

Veniamo allo Stinco di Maiale con Pere e Birra, accompagnato (lo abbiamo scelto noi) da Cicoria e Amaretto. Morbidissimo, succulento, saporito e aromatico al punto giusto. Assolutamente da provare. Se lo ordinate, attenzione però a non esagerare con le altre portate perché lo stinco è molto sostanzioso.

Anche la cicoria è ben fatta e non abbiate "timore" dell'amaretto perché è solo spolverato in superficie e non altera il sapore classico della verdura.

Il nostro pranzo si è concluso con due dolci che abbiamo diviso in quattro e che, come il resto delle portate, non ci hanno deluso. Molto buoni, non li avevamo mai presi e ci hanno conquistato entrambi. Nonostante fossimo sazi, non abbiamo faticato a finirli.

Anche i caffè ci sono piaciuti.

Il nostro pranzo è iniziato alle 13.00 ed è terminato alle 14.50. Il servizio è generalmente attento alle esigenze dei commensali e, anche in questa occasione, ogni portata ci è stata servita al momento giusto. Abbiamo avuto modo di gustare ogni piatto con una piacevole pausa tra una portata e l'altra. Quanto alle porzioni di quel che abbiamo ordinato, è vero che un giudizio al riguardo è sempre soggettivo, ma noi possiamo dirvi che ci siamo alzati da tavola pieni e soddisfatti. Non avremmo potuto ordinare altro.


Veniamo infine al conto. Per tre antipasti, cinque primi, un secondo, un contorno, due dolci, acqua, vino della casa e due caffè abbiamo speso 105 euro in quattro (più una bambina), e dunque 26,25 euro a persona. Considerando l'ottima cucina e confrontandola anche con altri ristoranti dello stesso livello, il rapporto qualità-prezzo è senza dubbio molto buono.

La Locanda di Saturno, per noi, rimane un buon punto di riferimento quando abbiamo voglia di evadere dalla città e concederci, in una location suggestiva, un pranzo gustoso e rilassante, ad un prezzo onesto.


Buon appetito ... e ricordatevi di taggare @ceniamofuori sui social per condividere con noi le vostre esperienze e segnalarci i piatti che avete preferito!


Seguite i nostri profili Facebook e Instagram per essere sempre aggiornati sulle ultime recensioni!

 

I prezzi delle portate o dei menù che indichiamo, i giorni, gli orari di apertura e chiusura dei locali, i numeri telefonici e le classifiche di Tripadvisor possono subire variazioni poiché sono tutti rilevati nel momento in cui scriviamo.