dark_logo_transparent_background.png

Sughero - Parioli

Dietro la porta di questo locale si cela un ambiente piccolo e simpatico, dove lo Chef propone interessanti specialità di mare, selezionando ottimi prodotti.

Sughero è un ristorante di pesce che si trova nel quartiere Parioli, in Via Eleonora Duse 1/E. È aperto a pranzo dal mercoledì alla domenica (dalle 12.30 alle 15.00), e a cena tutti i giorni (dalle 19.30 alle 23.00), tranne il lunedì. Potete riservare un tavolo chiamando lo 06 8068 7178, oppure, come abbiamo fatto noi, tramite The Fork, dove il locale ha ottenuto il punteggio di 9,5 su 10, con 706 recensioni.


Anche su Tripadvisor Sughero ha ottenuto un buon consenso: 4,5 su 5 con 390 recensioni, così posizionandosi al n. 280 di 10.451 ristoranti in Roma (al momento in cui scriviamo, 21/11/2022). Gli utenti hanno apprezzato, in buona sostanza: gli ingredienti di prima qualità; l'ottima cucina; i prezzi ragionevoli dei menù degustazione, considerata la proposta gastronomica di pesce; la cordialità dei proprietari.


Veniamo alla nostra esperienza.


Location


Siamo stati da Sughero di domenica a pranzo, riservando un tavolo per le 13.00 con qualche giorno di anticipo. Il parcheggio nella zona del locale è difficoltoso, tant'è che purtroppo abbiamo tardato almeno mezz'ora per trovarlo.

Il locale è piccolo, si compone di un'unica sala con una trentina di coperti, con tavoli e sedie in legno sufficientemente distanziati tra loro, e una mise en place curata e adeguata al contesto. L'ambiente è intimo e raccolto, e l'atmosfera familiare e accogliente, come la sua gestione. Lo riteniamo adatto a qualsiasi occasione di natura informale.


Menù


Il menù di Sughero si compone di piatti di mare ben pensati, fatti di porzioni e condimenti generosi, e sapori decisi. Si divide in antipasti crudi e cotti (ad esempio ventresca di ricciola - 20 euro; tris di crudo - 30 euro; alici fritte dorate con insalatina di finocchi e filetti di arancia - 16 euro; polpetta di baccalà mantecato e peperone crusco con maionese alla paprika - 18 euro); primi (ad esempio spaghettone aglio olio e peperoncino con gamberi rossi di Mazara del Vallo - 19 euro; gnocchi di patate fatti in casa con cozze, pecorino e pomodorini - 18 euro); secondi (ad esempio palamite con bok choy e salsa teriyaki - 25 euro; sgombro farcito con scarola liquida e cialda al sesamo - 25 euro), contorni (ad esempio insalata di finocchi arance e olive - 6 euro; cicoria - 7 euro) e dolci (ad esempio sfoglia di cannolo siciliano con ricotta cioccolato e pistacchi - 8 euro; bavarese alle castagne con salsa ai cachi - 8 euro).


Lo Chef propone inoltre quattro tipologie di menù degustazione:

1) Quattro portate scelte dallo chef (40 euro);

2) Quattro portate scelte dal cliente - crudi esclusi (50 euro);

3) Sei portate scelte dallo chef (55 euro);

4) Sei portate scelte dal cliente (65 euro).


Chi ci segue avrà già intuito che la nostra scelta è ricaduta sul menù degustazione, in particolare su quello da 6 portate scelte dallo chef (55 euro, bevande escluse).

Da bere, abbiamo invece scelto una bottiglia di prosecco Portico, Abbazia di Busco (23 euro) e una bottiglia d'acqua (3,50 euro).


Il nostro pranzo è iniziato col benvenuto della cucina, consistente in una polpettina di cous cous e ricciola adagiata su uno zabaione di peperone crusco, accompagnata da una selezione di ottimo pane fatto in casa.

Non si sono poi fatti attendere gli antipasti (uno crudo e uno cotto): un carpaccio di tonno marinato con pomodorini e finocchietto, e una polpettina di baccalà mantecato fatta con il pane al nero di seppia, peperone crusco e maionese alla paprika.

Abbiamo apprezzato tantissimo entrambi i piatti; il tonno per la freschezza e per il sapore sfizioso della marinatura; la polpettina per l'accostamento perfetto degli ingredienti.

Come primo piatto lo Chef ha scelto per noi il fusillone con zucca, calamari e guanciale croccante.

La pasta è arrivata cotta al dente, ben amalgamata e ben condita.

Anche in questo caso il sapore del piatto è gustoso; la sapidità del guanciale è stemperata dalla presenza della zucca, che conferisce al piatto un sapore più particolare e dolciastro. Piatto per molti, ma non per tutti i palati. A noi è piaciuto molto.

"Fusillone con Zucca, Calamari e Guanciale croccante"

I secondi non sono stati da meno, e ci hanno stupito per le porzioni generose, difficilmente viste in un menù degustazione.

Gli involtini di pesce spada, accompagnati da un'ottima caponata, sono superlativi e sicuramente da provare. Non a caso è un piatto che in questo locale si trova sempre, nonostante il menù sia in continua evoluzione. Le radici siciliane dello Chef si sono definitivamente palesate.

Buona anche la tagliata di tonno, accompagnata da carciofi e patate al cartoccio.

Per dolce ci sono stati serviti una "zuppa" di cioccolato bianco con arance, menta, nocciole, lampone e olio extra vergine di oliva, e una sfoglia di cannolo siciliano con ricotta, cioccolato e pistacchi.

Buonissimi davvero, e, malgrado l'apparenza, anche leggeri. Tant'è vero che nonostante fossimo già pieni, non è avanzato niente.


Servizio


Il servizio di Sughero è semplice, ma attento e garbato.

In sala, a prendersi cura di voi, troverete i proprietari, che sin dall'inizio si distingueranno per cordialità, disponibilità nel consigliare il cliente, attenzione al gradimento delle portate, e per la spiegazione dei piatti. Si evince la cura e la passione per il loro lavoro.

Il nostro pranzo è iniziato alle 13.30 ed è terminato alle 15.30.


Conto


Per due menù degustazione (55 euro l'uno); una bottiglia di prosecco (23 euro); una bottiglia di acqua (3,50 euro); il pane (5 euro) e due caffè (4 euro), abbiamo speso 145,50 euro in due, e, dunque, 72,75 euro a persona.

Considerando che si tratta di un ristorante di pesce di ottimo livello, che abbiamo scelto un menù degustazione di 6 portate, peraltro molto abbondanti, riteniamo che il rapporto qualità prezzo sia buono.

In conclusione, "Sughero" ci è proprio piaciuto. Lo abbiamo apprezzato per la gestione familiare che ci ha regalato un'atmosfera calda e molto accogliente; per la passione dei proprietari; per l'ottima cucina che si fonda su qualità, generosità e sapori decisi.

Da tornare e ritornare.


Buon appetito ... e ricordatevi di taggare @ceniamofuori sui social per condividere con noi le vostre esperienze e segnalarci i piatti che avete preferito!


Seguite i nostri profili Facebook e Instagram per essere sempre aggiornati sulle ultime recensioni!

 

I prezzi delle portate o dei menù che indichiamo, i giorni, gli orari di apertura e chiusura dei locali, i numeri telefonici e le classifiche di Tripadvisor possono subire variazioni poiché sono tutti rilevati nel momento in cui scriviamo.