dark_logo_transparent_background.png

Osteria 22quattro - San Giovanni

Osteria moderna, semplice e informale. La cucina seleziona accuratamente le materie prime, elaborandole in ricette tradizionali, pur lasciando spazio alla creatività dello Chef.

Le preparazioni sono espresse e gli ingredienti freschi e altamente selezionati.

"La Gricia e i Carciofi"

L'Osteria 22quattro si trova in Via Vetulonian. 52D, a circa 10 minuti a piedi dalla fermata metro Re di Roma, il che rende questo ristorante raggiungibile anche con i mezzi pubblici.

È aperta tutti i giorni, sia a pranzo (dalle12.00 alle 15.00), che a cena (dalle 19.30 alle 23.00). Potete riservare un tavolo chiamando il n. 320.9625929 e, dal momento che il locale dispone di pochi tavoli, vi consigliamo di farlo con il dovuto anticipo.

L'Osteria 22quattro è un piccolo ristorante a conduzione familiare che propone una cucina tradizionale, che, però, lascia spazio alla creatività dello Chef, senza eccessi o accostamenti azzardati.

Lo Chef è Andrea Caloprisco, che dopo aver collaborato con Heinz Beck alla Pergola di Roma, e con il ristorante Le Cerf in Francia (2 stelle Michelin), nel 2011 ha aperto l'Osteria 22quattro e, successivamente, StileOsteria, un piccolo ristorante nel quartiere Eur/Laurentina. I suoi piatti sono il risultato della perfetta combinazione tra tecnica e passione, e sono caratterizzati da sapori semplici ed equilibrati, che non appesantiscono.

Le preparazioni sono espresse, gli ingredienti freschi, altamente selezionati e valorizzati, sia nella loro combinazione all'interno dei piatti, che nel gusto.


Su Tripadvisor l'Osteria 22quattro ha ottenuto il punteggio di 4,5 su 5 con 746 recensioni, così classificandosi (al momento in cui scriviamo, 08.02.2020) al n. 359 di 9.943 ristoranti in Roma. Gli utenti hanno apprezzato la cucina incentrata su ingredienti freschi e selezionati; la varietà di scelta, la qualità, e il servizio cordiale. Non manca, invece, chi ha lamentato i prezzi poco contenuti e chi è rimasto deluso dalla cucina, aspettandosi qualcosa in più.


Ma veniamo alla nostra esperienza.

Siamo stati all'Osteria 22quattro un mercoledì sera, prenotando un tavolo per le 21.00. Nonostante fosse una serata infrasettimanale, il locale era al completo.

Il parcheggio nella zona del locale è abbastanza difficoltoso; tant'è che dopo aver girato tra le vie attorno al ristorante, abbiamo lasciato la macchina nel garage di Via Populonia n. 15 (2,50 euro l'ora), nei pressi dell'osteria.


Il locale è moderno, piccolo e grazioso, con la cucina in parte a vista, tavoli e sedie in legno chiaro, e una mise en place semplice, ma curata. È dotato di una sola sala interna in grado di accogliere una ventina di persone. Gli spazi sono abbastanza ristretti e i tavoli ravvicinati tra loro. L'atmosfera è intima e accogliente.

Riteniamo l'Osteria 22quattro adatta per una cena informale di coppia, tra amici, colleghi o in famiglia ... ma in composizione ridotta e senza bambini piccoli al seguito, visto che non avrebbero spazio di movimento alcuno.

Quanto agli amici a quattro zampe, sono i benvenuti purché siano di piccole dimensioni, considerando le dimensioni del locale.

Di una cosa però ci raccomandiamo: nei mesi invernali, al momento della prenotazione, richiedete, come cortesia, il tavolo più lontano possibile dalla porta di ingresso. Noi eravamo proprio in prossimità dell'entrata del ristorante, sul lato destro, e l'unica nota storta della serata è stata l'aria fredda che entrava in sala quando si apriva o si chiudeva la porta di ingresso.

Il menù di Osteria 22quattro - consultabile sul sito del locale - varia a seconda della stagionalità dei prodotti e propone diversi piatti - oltre a quelli del giorno - sia di carne che di pesce.

Si divide in antipasti (ad es. il tortino di zucchine e patate con cuore di taleggio avvolto nel prosciutto crudo - 9 euro; la tartare di Fassona piemontese e granella di pistacchi servita con composta di cipolla rossa e salvia fritta - 9 euro; e il cartoccio di alici fritte - 9 euro); primi della tradizione (ad es. tonnarelli all'uovo fatti in casa cacio e pepe - 8 euro; amatriciana preparata con tonnarelli all'uovo fatti in casa, guanciale croccante, salsa di pomodoro fresco, pepe e pecorino "Fulvi" - 9 euro); primi-Le Specialità (ad es. tagliatelle al nero di seppia, aglio, olio, peperoncino, pachino, calamari e broccolo romanesco - 11 euro; tonnarelli all'uovo fatti in casa alla carbonara e tartufo di Norcia - 14 euro; ravioli dell'osteria, ripieni di zucca con guanciale croccante, salvia e grana - 11 euro); secondi della tradizione (ad es. costolette di agnello alla scottadito cotte alla brace servite con carciofo alla romana - 16 euro); secondi-Le Specialità (ad es. l'ombrina cotta alla brace servita con scarola ripassata con alici, olive e peperoncino e composta piccante di peperoni - 16 euro; selezione di filetto di manzo italiano - 16/18 euro); contorni (ad es. scarola ripassata - 5 euro; patate al forno - 4 euro; cicoria ripassata - 4 euro), e dolci (tiramisù espresso - 5 euro; cheescake - 5 euro; mousse bianca - 5 euro).

Noi, nonostante l'imbarazzo della scelta tra carne e pesce, abbiamo scelto di dedicare il debutto in questo ristorante alla carne, e abbiamo ordinato: I Fiori dell'Osteria (8 euro); L'Uovo e il Tartufo (12 euro); La Gricia e i Carciofi (10 euro); Il filetto Stile-Osteria (18 euro) e, per dolce, La Selezione dell'Osteria (10 euro).

Da bere, un calice di bollicine, Prestige (4 euro), un calice di Sangiovese Superiore, Mastalsò del 2016 (4 euro) e una bottiglia di acqua microfiltrata (2 euro).


Dopo qualche minuto ci hanno servito un cestino di pane caldo e fragrante, i due calici di vino e gli antipasti.

I Fiori di zucca dell'Osteria (8 euro) sono ripieni di mozzarella di bufala, alici e grana, e vengono serviti con due bruschette al pomodoro fresco e basilico.

Molto buoni e appetitosi.

"I Fiori di zucca dell'Osteria"

L'Uovo e il Tartufo (12 euro) consiste nell'uovo in camicia panato, adagiato su una focaccia croccante con tartufo fresco di Norcia, il tutto servito su una ciotola di ceramica contenente una vellutata di patate, panna e grana. Bel piatto, originale, gustoso e interessante, anche per le diverse consistenze degli ingredienti combinati tra loro. Promosso.

A seguire, ci hanno servito i piatti principali della nostra cena.

La gricia (10 euro) dell'Osteria 22quattro è fatta con tonnarelli all'uovo fatti in casa, cotti al punto giusto e ben amalgamati, guanciale, pecorino Fulvi, pepe bianco e i carciofi.

Ci è piaciuta moltissimo e abbiamo apprezzato il condimento saporito, ma allo stesso tempo ben equilibrato.

Il filetto Stile-Osteria (18 euro) al tartufo nero di Norcia è avvolto nel lardo, ed è servito con cicoria e patate al rosmarino. La carne è tenera e succulenta e l'accostamento al lardo l'ha resa ancora più saporita. Ottime, poi, sia le patate che cicoria.

La nostra cena è terminata con La Selezione dell'Osteria (10 euro), consistente nella proposta in ciotoline di ben quattro dolci dal menù: la crostata con mousse di ricotta e lamponi, il tiramisù classico, la crema catalana classica, e la mousse di cioccolato bianco con frutti di bosco, frolla fatta in casa e granella di pistacchi.

Mai scelta fu più azzeccata. Tutti e quattro i dolci stati squisiti, e vi assicuriamo che vale davvero la pena assaggiarli tutti. È un mix che vi consigliamo spassionatamente.

Il servizio dell'Osteria 22quattro è semplice, informale e discretamente veloce.

Il personale è cordiale e attento e i tempi di attesa sono giusti. Si potrebbe solo migliorare il momento della presentazione del piatto, magari con la descrizione della sua composizione che, in effetti, abbiamo dovuto sollecitare noi.

È uno di quei ristoranti in cui si ha il piacere di fare due chiacchiere a fine pasto.


Veniamo, infine, al conto. Per una porzione di fiori di zucca (8 euro); una porzione dell'uovo in camicia con tartufo (12 euro); una gricia con i carciofi (10 euro); un filetto con lardo e tartufo (18 euro); una selezione di quattro dolci in tazzina (10 euro); un calice di bollicine, Prestige (4 euro); un calice di San Giovese Superiore Mastalsò del 2016 (4 euro); una bottiglia di acqua microfiltrata (2 euro), abbiamo speso 68 euro in due, e, dunque, 34 euro a persona.

In conclusione, l'Osteria 22quattro ci ha convinti e la riteniamo un'ottima scelta per trascorrere una serata all'insegna del buon cibo, ben preparato e ben presentato, in un ambiente moderno, intimo e curato.


Buon appetito ... E ricordatevi di taggare @ceniamofuori sui social per condividere con noi le vostre esperienze e segnalarci i piatti che avete preferito!


Seguite i nostri profili Facebook e Instagram per essere sempre aggiornati sulle ultime recensioni!

 

I prezzi delle portate o dei menù che indichiamo, i giorni, gli orari di apertura e chiusura dei locali, i numeri telefonici e le classifiche di Tripadvisor possono subire variazioni poiché sono tutti rilevati nel momento in cui scriviamo.