dark_logo_transparent_background.png

Il Maritozzo Rosso - Trastevere

Il Maritozzo Rosso è una vera e propria bottega del gusto, dove avrete la possibilità di provare il maritozzo romano in una nuova veste dal ripieno salato, con abbinamenti gourmet, in un contesto simpatico e originale.

"Maritozzi Salati"

Il Maritozzo Rosso si trova in Vicolo del Cedro n. 26, nel cuore di Trastevere, tra Piazza Trilussa e Santa Maria in Trastevere. Il progetto nasce circa due anni fa da un'idea di Edoardo Fraioli e Francesca Cappelli, a cui si è unito, in un secondo momento, Francesco Di Trocchio, titolare di un'azienda agricola, nonché fornitore giornaliero della maggior parte dei prodotti utilizzati in cucina.


Questo locale, aperto da circa un anno, è una bottega del gusto con due anime, da una parte bistrot e dall'altra negozio, dove poter acquistare pane, pizza, pasta all'uovo e prodotti culinari altamente selezionati. Oltre alla vendita al dettaglio, è interessante sapere che questo bistrot organizza spesso delle masterclass di cucina, per insegnare le tecniche e i segreti di realizzazione della pasta all'uovo, tiramisù, pane e pizza. Per partecipare, basta tenersi aggiornati tramite le pagine social di Maritozzo Rosso e, ovviamente, chiamare per prenotare. Inoltre, su richiesta, avrete persino l'opportunità di organizzare pranzi e cene private per un compleanno, una cena di lavoro o una private dinner.


Il protagonista di questo ristorantino è senza dubbio il maritozzo, che tutti amiamo e conosciamo come dolce tipicamente laziale, tradizionalmente ripieno con la panna. Ebbene, in questo locale, il maritozzo abbandona la sua classica veste dolce e abbraccia il mondo del salato, con ripieni e abbinamenti gourmet, creati con ingredienti freschi e di alta qualità. Nel corso dell'anno, ne vengono proposti, a rotazione, ben 30 tipi diversi.

Attualmente il menù prevede cinque maritozzi nella versione salata, a cui si aggiungono, per il brunch del weekend, il maritozzo burger e il maritozzo vegetariano alla zucca, e tre maritozzi nella versione dolce. Potete scegliere la dimensione: mini (4,5 euro) che si presta per più assaggi, oppure standard (8 euro).

Qualcuno di voi probabilmente avrà avuto modo di assaggiarli e apprezzarli nella precedente sede dell'Eur, in Viale Europa n. 90, negli spazi del punto vendita Mondadori, oppure da Eataly, dove Il Maritozzo Rosso ha avuto un box per sette mesi prima di aprire il suo bistrot trasteverino.

"Ingresso di Maritozzo Rosso"

Il Maritozzo Rosso è aperto tutti i giorni, tranne la domenica sera. Dal lunedì al venerdì, dalle ore 12.00 alle ore 16.00 e dalle ore 19.00 alle ore 23.00. Il sabato fa orario continuato dalle 12.00 alle 24.00, mentre la domenica è aperto dalle ore 12.00 alle ore 17.00. La prenotazione è consigliatissima, sopratutto per la sera. Potete riservare un tavolo chiamando il n. 06.5817363, oppure tramite l'indirizzo email info@ilmaritozzorosso.it; WhatsApp al n. 380.7562525 o The Fork, dove Maritozzo Rosso ha ottenuto il punteggio di 8,2 su 10.


Su Tripadvisor, Il Maritozzo Rosso ha invece ottenuto il punteggio di 4,5 su 5 con 67 recensioni, così classificandosi al n. 1.985 di 10.528 ristoranti in Roma (al momento in cui scriviamo, 31.03.2019). Gli utenti hanno apprezzato l'originalità della cucina proposta; la location; la qualità delle materie prime utilizzate e la cordialità del proprietario. Le poche lamentele riguardano il conto ritenuto un po' alto.


Ma veniamo alla nostra esperienza. Abbiamo prenotato tramite The Fork per un pranzo durante il weekend. Siamo arrivati verso le 14.00 in un momento in cui non abbiamo trovato confusione e abbiamo potuto pranzare tranquillamente.


Il locale è grazioso, intimo e piccolino (in grado di accogliere circa 20 persone), stile retrò, con circa 4/5 tavolini alti in legno, sgabelli e lampadari vintage. Quanto alla comodità, bisogna adattarsi, i tavoli sono molto piccoli e lo sgabello comporta il "problema"di non sapere dove riporre la giacca. Per la borsa potete portarvi il comodissimo gancio da tavolo; mentre il giaccone, o lo tenete indosso, oppure potete appoggiarlo sulle gambe, o se siete al bancone, sopra lo sgabello eventualmente vuoto vicino a voi.


L'ambiente è semplice, informale e piacevole, così come la sua gioviale atmosfera. Potete considerare Maritozzo Rosso adatto per un pranzo, per un aperitivo o per una cena veloce e informale, di coppia, con amici, colleghi o con parenti. Andateci al massimo in quattro persone. Noi, se potete scegliere, vi consigliamo di mangiare al bancone che si affaccia sulla cucina a vista, dove avrete la possibilità di mangiare e, perché no, anche parlare con chi cucina.


In quanto laboratorio di cucina e in ossequio alla conseguente licenza, ogni portata deve essere servita su piatti e posate monouso. E al riguardo, il locale ha scelto di non utilizzare plastica, ma materiale biocompatibile di alta fattura. Scelta, peraltro, apprezzabile.

Il menù di Maritozzo Rosso è diviso in quattro sezioni: Inizia con Gusto, Maritozzi (4,5 euro nella versione mini e 8 euro per la versione standard), Pasta e Secondi, a cui si aggiungono altri piatti per il brunch del sabato (dalle 12.00 alle 15.30). Da bere, potete scegliere tra circa sette etichette di vino rosso, altre sette etichette di vino bianco e quattro tipi di birre italiane.

L'ordinazione viene presa dal proprietario, Edoardo Fraioli (persona peraltro molto garbata e disponibile), che vi servirà anche da bere, ma (sempre per via della mancanza della licenza di ristorazione) sarete voi a prendere i vostri piatti al bancone quando saranno pronti.


Noi abbiamo ordinato tre maritozzini (la versione mini per assaggiare più gusti) farciti con 1) spalla di maialino sfilacciata agrodolce; 2) indivia e alici di Sciacca; 3) stracciatella pugliese e cime di rapa; una carbonara classica in porzione standard da 120 gr; e, infine, per dolce, due mini maritozzi con tiramisù; mezzo litro di acqua Nepi e due calici di Morellino di Scansano. Questa volta non abbiamo esagerato nell'ordinare, ma ci siamo alzati da tavola comunque sazi e soddisfatti.


Dopo pochi minuti di attesa, abbiamo iniziato a gustare i nostri tre mini maritozzi.

Ci sono piaciuti moltissimo. Il maritozzo (lo fanno loro), si presenta davvero bene; è bello, invitante, soffice e leggero; la sua qualità è davvero eccellente. Abbiamo apprezzato molto tutte le farciture scelte e, in particolare, vi consigliamo di assaggiare il maritozzino ripieno con la spalla di maialino, davvero appetitoso. Speziato, ci ha ricordato i sapori intensi d'Oriente che, come ormai sapete, apprezziamo molto.

"Maritozzini Farciti con Spalla di Maialino, Indivia e Alici di Sciacca e Stracciatella Pugliese e Cime di Rapa"

A seguire, è arrivata in tavola la carbonara, fatta con il guanciale dell'az. Coccia di Viterbo, uova di galline Livornesi Peppovo e Pecorino Buccia Nera dell'az. agricola Agri In.

Sappiate che potete scegliere se gustare 80, 120, o 160 gr di spaghetti o tonnarelli, rigorosamente fatti in casa e impastati con uova provenienti da allevamenti all'aperto.

Com'è stata? Squisita. Saporita e cremosa al punto giusto, mantecata perfettamente, con guanciale croccante e morbido allo stesso tempo.

Anche la qualità della pasta è evidente. Da provare e riprovare. E la prossima volta la nostra scelta ricadrà sulla carbonara con wok di peperoni rossi che ha attirato non poco la nostra attenzione.

"Carbonara"

Se questo piatto vi conquisterà, vi segnaliamo anche che è possibile acquistare il kit carbonara/amatriciana, con tanto di ricetta, guanciale e pecorino sottovuoto, per poterla realizzare a casa. Inoltre, potrete acquistare fettuccine e tonnarelli e, su ordinazione, gnocchi, paste ripiene e ragù. Non male, anche per fare un pensiero gradito e di qualità ad amici e familiari.


Per concludere il nostro pranzo, non potevamo non assaggiare i maritozzi nella versione dolce. Avremmo potuto scegliere tra il maritozzo farcito con tiramisù, con panna, o quello alcolico, ma non abbiamo resistito a una delle nostre passioni, e ne abbiamo ordinati due con il tiramisù, nella versione piccola.

Che dire, semplicemente buono. Una volta finito, abbiamo anche deciso di tornare per non far torto al maritozzo con la panna che merita di essere provato.

"Maritozzo con il Tiramisù"

Veniamo, infine, al conto. Per tre maritozzini, un piatto di carbonara in porzione standard (120 gr), due mini maritozzi con il tiramisù, due calici di vino rosso (Morellino); mezzo litro di acqua Nepi abbiamo speso 49 euro in due, e dunque 24,50 euro a persona. Dobbiamo essere onesti. Confrontando il conto di Maritozzo Rosso in particolare con quello di altri ristoranti da noi segnalati, riteniamo che sia un po' sopra la media, e probabilmente su qualche aspetto potrebbe essere contenuto, anche se capiamo che non sia un'impresa semplice quando si utilizzano materie prime altamente selezionate.

In conclusione, Il Maritozzo Rosso ci ha complessivamente convinto e lo consigliamo a chi vuole sperimentare un pasto diverso dal solito, cucinato con passione, ricco di sapore e di qualità, in un contesto simpatico, cordiale e originale.


Buon appetito ... e ricordatevi di taggare @ceniamofuori sui social per condividere con noi le vostre esperienze e segnalarci i piatti che avete preferito!


Seguite i nostri profili Facebook e Instagram per essere sempre aggiornati sulle ultime recensioni!

 

I prezzi delle portate o dei menù che indichiamo, i giorni, gli orari di apertura e chiusura dei locali, i numeri telefonici e le classifiche di Tripadvisor possono subire variazioni poiché sono tutti rilevati nel momento in cui scriviamo.