dark_logo_transparent_background.png

Ippokrates - Rione Sallustiano

Ottimo ristorante greco a due passi da Villa Borghese, dove potrete assaporare i piatti ellenici più tradizionali, in un ambiente suggestivo che ricorda le taverne delle isole greche. Ideale per una serata diversa dal solito. Porzioni abbondanti e prezzi onesti.

"Moussaka"

Ippokrates si trova in Via Piave n. 30, a due passi da Piazza Fiume e a circa 10 minuti a piedi sia da Villa Borghese che dalla fermata metro Castro Pretorio. È aperto per cena, tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 18.30 alle 23.30. Si può prenotare un tavolo chiamando il n. 06.64824179, oppure - come abbiamo fatto noi - tramite il sito del ristorante, con Res Diary.


Questo ristorante propone la cucina greca, ovvero una cucina mediterranea sfiziosa che ha in comune con quella italiana l'utilizzo dell'olio di oliva; carne di agnello; pesce; e una grande varietà di verdure come melanzane, pomodori, peperoni e zucchine.

In Grecia manca la tradizione del primo piatto, che viene generalmente sostituito da antipasti, secondi o piatti unici, e le porzioni sono quasi sempre abbondanti.

Su Tripadvisor, Ippokrates ha ottenuto il punteggio di 4,5 su 5 con 1.734 recensioni, così classificandosi al n. 591 di 9.936 ristoranti in Roma.


Gli utenti hanno apprezzato principalmente le ricette tradizionali greche; la qualità della cucina; le porzioni abbondanti; il buon rapporto qualità-prezzo; il servizio cordiale e impeccabile e la location a tema.

Non manca chi si aspettava qualcosa in più dalla cucina; chi ha ritenuto troppo saporite alcune pietanze; chi lamenta attese eccessive e chi ha ritenuto i prezzi poco contenuti.


Ma veniamo, come sempre, alla nostra esperienza.

Siamo stati da Ippokrates una domenica sera per cena, alle 20.00. Il parcheggio non è stato difficoltoso, ma bisogna anche considerare che la nostra visita è avvenuta a luglio.


Il locale è grazioso, semplice, frequentato e accogliente, con tavoli e sedie in legno, una mise en place essenziale e curata, musica di sottofondo e un arredamento che richiama in ogni dettaglio, anche nei colori, le isole greche.

Dispone di due sale spaziose capaci di ospitare, in tutto, una cinquantina di persone.

L'atmosfera è informale e intima. Lo riteniamo adatto per una cena di coppia, tra amici, colleghi e, perché no, in famiglia, anche con bambini al seguito.

Il menù di Ippokrates, consultabile sul sito del ristorante, è diviso in antipasti (ad es. polpettine di zucchine, di ceci o di manzo - 7 euro; crocchette di melanzane - 7 euro; insalata greca - 9 euro); secondi (ad es. moussaka - 11 euro; souvlaki con contorno - 13 euro; gyros con contorno - 13 euro; polipo con pomodoro e melanzane - 15 euro; spiedini di pollo o di manzo - 13 euro); piatti dello Chef (ad. es. patate e pancetta con un spolverata di feta - 8 euro; feta fritta avvolta nella pasta fillo con miele, noci e melograno - 8 euro); e dessert (ad es. pasta fillo con mandorle e noci - 5 euro; torta di arancia accompagnata da gelato alla crema - 6 euro).

Da bere potete scegliere tra bibite gassate; birre greche (3,50 euro di media); birre Septem -artigianali greche (da 5,50 a 7 euro); una quarantina di etichette di vini, equamente divisi tra bianchi e rossi (bottiglie da 8 euro a 67 euro) e vino greco della casa (11 euro per un litro).


Noi abbiamo ordinato i piatti più conosciuti dagli italiani e dunque:

una porzione di polpettine di ceci (7 euro); una porzione di polpettine di zucchine (7 euro); la salsa tzaziki (5,50 euro); una pita (1,50 euro); una moussaka (11 euro) e un gyros (13 euro).

Da bere, una bottiglia di vino bianco della casa da mezzo litro (5,50 euro) e una bottiglia di acqua San Benedetto (2,50 euro). Come già precisato, il vino della casa è greco. Quando siamo andati noi ne avevano due tipi e ce lo hanno fatto scegliere facendoci assaggiare entrambe le proposte.


La nostra cena è dunque iniziata con gli antipasti, che non si sono fatti attendere:

le polpettine di ceci; le polpettine di zucchine; la salsa tzaziki e la pita.


Iniziamo col dire a chi non conosce affatto questo tipo di cucina che lo tzatziki (5,50 euro), la sfiziosa salsa a base di yogurt greco, aglio e cetrioli, va assolutamente provata. Qua da Ippokrates è molto buona e fedele all'originale.

Nelle tavole greche non manca mai e generalmente viene servita come antipasto insieme al pane, come accompagnamento accanto a carne, pesce o verdure, oppure usato per insaporire la farcitura della pita, il kebab o i felafel.

Va detto, infatti, che - come potrete notare dalle foto - nei piatti che abbiamo scelto era sempre presente, ma se ne volete una quantità maggiore, allora ordinatela a parte come abbiamo fatto noi. Nel nostro caso è stato quasi necessario visto che lo tzaziki ha accompagnato ogni nostro morso.

"Tzaziki"

Le polpette di ceci e di zucchine (7 euro per ciascun piatto) sono state molto buone, soprattutto quelle di zucchine, che vi consigliamo senza ombra di dubbio.

In entrambi i casi abbiamo riscontrato una panatura croccante e asciutta; i sapori gradevolmente intensi e le porzioni abbondati: quattro polpette per ogni piatto.

Ad accompagnare gli antipasti vi ricordiamo di aver preso anche la pita (1,50 euro), il pane tipico greco, piatto, tondo e cotto sulla griglia, che ricorda la nostra piadina per sapore e consistenza.

Come portate principali ci hanno servito la moussaka e il gyros.

La moussaka (11 euro) è uno dei piatti più conosciuti della cucina greca, e nonostante sia considerato un piatto invernale, è generalmente ordinato e servito anche in estate.

Si tratta, in buon sostanza, di uno sformato di melanzane, carne macinata, patate e besciamella. Sicuramente non leggero, ma gustoso. Da Ippokrates poi è fatto molto bene, e come per gli antipasti, la porzione è decisamente abbondante.

"Moussaka"

Il gyros (13 euro) nasce come cibo da strada greco, molto simile al kebab, consistente in carne di maiale speziata e sfilacciata molto saporita. È servito con un contorno di cetrioli, pomodori, cipolle, patatine fritte, peperoni, pita (la si intravede nella foto sotto, dietro le patatine) e tzaziki.

Vista l'abbondante porzione, potete considerarlo un piatto unico, tant'è vero che noi avendo ordinato anche altre cose, non siamo riusciti a terminarlo.

In proposito, al momento del vostro ordine, ci raccomandiamo di non esagerare con le portate, a meno che non siate amanti delle abbuffate.

"Gyros"

Il servizio di Ippokrates è cordiale e veloce.

Ogni portata ci è stata servita al momento giusto, limitando al massimo le attese.

Il personale è disponibile e gioviale, lavora con mascherine e guanti, ed è attento a rispettare e a far rispettare ai clienti le distanze di sicurezza da mantenere in questo periodo.

Il ristorante offre anche la possibilità di asporto e la consegna a domicilio tramite Gloovo, Foodys e Deliveroo.

La nostra cena è iniziata alle 20.15 ed è terminata alle 21.30, il che rende frequentabile questo locale anche durante la settimana.


Veniamo, infine, al conto.

Per una porzione di polpettine di ceci (7 euro); una porzione di polpettine di zucchine (7 euro); una salsa tzaziki (5,50 euro); una pita (1,50 euro); una moussaka (11 euro); un gyros (13 euro); una bottiglia di vino bianco della casa da mezzo litro (5,50 euro); una bottiglia di acqua San Benedetto (2,50 euro), abbiamo speso 53 euro in due, e, dunque, 26,50 euro a persona.

In conclusione, Ippokrates è un'ottima scelta per assaporare, a un prezzo onesto, una cucina diversa dal solito, e ritrovarsi fuori Roma per qualche ora.


Buon appetito ... e ricordatevi di taggare @ceniamofuori sui social per condividere con noi le vostre esperienze e segnalarci i piatti che avete preferito! Seguite i nostri profili Facebook e Instagram per essere sempre aggiornati sulle ultime recensioni!

 

I prezzi delle portate o dei menù che indichiamo, i giorni, gli orari di apertura e chiusura dei locali, i numeri telefonici e le classifiche di Tripadvisor possono subire variazioni poiché sono tutti rilevati nel momento in cui scriviamo.